POESIE PREGHIERE CANTI

INNO TRADIZIONALE A SAN ROCCO PROTETTORE DI MOTTA D'AFFERMO

Lo squillo di gloria errompa,

possente e giocondo del cuore,

a te innalziam Protettore

un inno di gaudio e d'amor (BIS)

 

RIT.  San Rocco padre amoroso

      deh! stendi pietoso il tuo manto

      ci dona clemente il sorriso

      del paradiso. (BIS)

PREGHIERA A SAN ROCCO

Glorioso San Rocco, che per amore del Signore rinunciasti ai tuoi beni e nel tuo lungo peregrinare consacrasti la tua vita al servizio dei poveri e degli ammalati, intercedi per noi presso il Padre, perché seguendo le orme di Cristo, nel nostro peregrinare su questa terra impariamo a vivere la carità, la donazione per il bene dei fratelli come segno concreto della nostra fede.

Assisti questa comunità di Motta d'Affermo, perché possa sempre vivere il Vangelo di Gesù, per essere testimonianza nel mondo di santità, di giustizia e di pace, Implora per noi il desiderio e la forza di essere costruttori di una società che guidata dalla luce dello Spirito, diventi ogni giorno di più tuo Regno benedetto. 

A.D. 2000

PREGHIERA TRADIZIONALE A SAN SEBASTIANO

San Vastianu cavalieri Santu,

'ntesta purtati na curuna d'argentu

a cu lu senti ci veni lu chiantu

sintiennu du terribili spavientu.

Li turchi lu jeru assicutaru

'nsinu a lu jardinu,

a nu peri d'aranciu l'attaccaru

li manu pi d'arrieri ci hannu misu.

Tieniti forti la fidi Vastianu,

ca 'nnhai la miegghiu parti di lu cielu.

                                           (ANONIMO MOTTESE 1600)

 

PREGHIERA ANTICA A SAN ROCCO

Dall'alto trono di gloria in cui regnate Beato, inclinate le votre amorevoli pupille sopra tutti noi che della inestimabile Santità siamo umili veneratori e che cerchiamo la grazia di imitarvi nelle cristiane virtù che in tutto il tempo di vostra vita infaticabile esercitaste.

Si, gloriosissimo Santo, questo aspettiamo con la vostra intercessione e nulla negare vi potrà l'eterno Iddio di cui foste fedelissimo servo. Rimirate con amoroso sguardo questi vostri devoti che a vostra gloria qui adunati sono raccolti. Stendete lo scudo del vostro patrocinio sopra la casa e la nostra famiglia.

Proteggete questa terra di Motta, allontanate da essa ogni epidemico pestilenziale morbo, date a tutti lumi per osservare i divini precetti. Proteggeteci in vita, proteggeteci in morte, affinché volar potessero sicuramente alla beata gloria del Paradiso. Così sia.

 

(Tratto dalla Novena a San Rocco)

CANTO DELLA NOVENA

1. Appena lattante,

San Rocco digiuna

in sì dell'aguna

l'esempio si fé.

 

RIT. San Rocco mio avvocato,

difendi questa gente,

si trova a te presente,

la peste

che dal peccato.

 

2. Poi giovane reso,

la patria abbandona

ai poveri dona

il ricco suo aver.

 

3. In Acquapendente,

guarisci o portente

tremila e più cento

del morbo letà.

 

4. In Roma poi giunto

da un gran cardinale

dal segno vitale

la fronte indorò.

 

 

5. Di esempio ci sia

San Rocco in Piacenza

con gran sofferenza

la peste soffrì.

 

6. Nei campi Narbona

soccorso del pane

per mezzo di un cane

da Dio ricevé.

 

7. Cotardo infedele

guaristi o Beato

dall'empio peccato

guarisci noi ancor.

 

8. Per quelli anni cinque

che fosti in prigione,

nell'ultimo agone

difendici tu.

 

9. Per quelli portenti

successi in tua morte

ottienici in sorte

la gloria del ciel.

 

(Tratto dalla novena a San Rocco)

 


INNO EUROPEO A SAN ROCCO

Rit. Noi pellegrini d'Europa

invochiamo la tua intercessione

O San Rocco protettore

guidaci al Signore. 

 

Da paesi lontani

Noi tutti veniamo

Perché forte sentiamo

Il tuo grande richiamo. Rit.

 

O principe di carità

Emblema di santità

Porta di vero amore

Che ci conduci al Signore. Rit. 

 

Vieni qui tra noi

O grande confessore

Riempi la nostra vita

Della presenza di Dio. Rit. 

 

Intercedi benigno

Per ciascuno di noi

Dona ad ogni vivente

La fiducia in Dio. Rit. 

 

Vieni San Rocco ancora

A guarir l’umanità

e a donare a tutti

la tua carità. Rit.

(Testo e musica di Luigi Quintieri)